di Amerigo Mancini **

Amerigo Mancini è uno sperimentatore artistico, musicista professionista e antropologo sociale oltre che videomaker, grafico e brand consultant.

amerigotv

Diplomando al Saint Luis Music College di Roma in pianoforte Jazz e laureando in Sociologia all’Università Sapienza di Roma. Allievo e praticante storico della “Fondazione Singmund Freud” e del “Romitorio”: associazioni che si occupano di analisi del profondo e scienze ermetiche.

I suoi maestri spirituali o fratelli di armi potrebbero essere: Alejandro Jodorowsky (i suoi effimeri panici e la sua psicomagia), Michel Foucault (e le sue teorie deistituzionalizzanti), Allan Kaprow (e i suoi Happening), Jan Svankmajer (e il suo mondo incantato), gli Uochi Toki (le loro arringhe verbali e i loro mondi paralleli), Hakim Bey (e la sua magia), Silvano Agosti (e il suo riuscito tentativo di indipendeza nella distribuzione), Luigi Serafini (i suoi disegni ed il suo linguaggio misterioso) e tanti altri.

Amerigo ha sicuramente un temperamento nervoso-irrascibile ma anche decisamente comico e surreale. In un’altra epoca lo si sarebbe potuto chiamare semplicemente “creativo”. Di mentalità forse un pò queer-decostruzionista però egli odia le etichette.
Il suo tema principale è lo slacciarsi dalle imposizioni culturali per stappare la creatività. Ha indirettamente aiutato importanti artisti bloccati nell’impasse a ritrovare l’ispirazione. La sua opera è di importanza critica nel settore dell’arte terapia anche se ad oggi non ha ancora ricevuto il dovuto riconoscimento pubblico forse per la natura un po riservata di Amerigo che da molta più importanza alla instoppabile produzione artistica che alla distribuzione-divulgazione.

E’ disegnatore e scrittore ermetico di cinque libri tra cui “Il libro dei Sogni”, “Costituzione Italiana”, “Riletture Balzane”, “Cinque Dita”, “Lo scrittore Fallito”.
E’ inventore di metodi creativi in diversi campi dando particolare attenzione al concetto di flusso creativo ininterrotto. Le sue innovazioni toccano il campo:

  • linguistico. La sua “lingua delle derivate” combina il nonsense, la follia lucida e la poesia. Utilizza questo linguaggio nei suoi scritti, nelle sue performance musicali, nei suoi monologhi teatrali e nei suoi film. Sempre in questo campo possiamo elencare “Logorrea” (una videoperformance in cui per 8 ore inventa discorsi insensati senza sosta);
  • musicale. I suoi Con-Certi pubblicati su Spreaker sono combinazioni di improvvisazioni vocali e musicali dall’atmosfera bizzarra e macchiavellica.
  • sociale. Il suo target è la folla. L’incontro con i “passanti” scaturisce dalla curiosità che questi provano al suo passare, strisciare o danzare in mezzo a loro. Questi contatti prendono a volte la forma di giocosi e leggeri deliri. Gli esiti dei suoi esperimenti sono visibili nelle interviste che pubblica sul suo canale Youtube così come nella serie StreetMame (edita dal fotografo e videomaker Marsel Minga) in cui insieme ad alcuni suoi compari freak, gira per le strade di Roma mescolandosi con la gente.
    Il suo stile è anche mimico-giullaresco cosi come visibile nella serie di video “John Fuggiask” realizzati insieme all’artista eclettica Lucia Darcangelo.
  • metafisico (magico e analitico). Crea “Korzo System”, “Wunderland”, il metodo “Bioattuale” ma sopratutto la “Scienza Instantentista”: un’insieme di tecniche che a suo dire metterebberoo in trance l’agente lasciando libere le proprie proiezioni oniriche di strabordare nella realtà, potendo cosi avvicinare i tempi della realizzazione dei propri desideri profondi. Ciò avverrebbe grazie all’emissione di “pilgram”: sottospece artistico del “Qi” taoista. Quest’ultima è una teoria dal sapore sciamanico che combina arte, materia, sogno e tecnologia.

Amerigo è anche designer, creativo del web e artista del bizzarro. “Bottegapazza” è un negozio online in cui sono in vendita le sue creazioni in packaging curiosi nonchè oggettini comico-metafisici dall’essenza famigliare agli amanti delle WunderKammer oltre che riproduzioni a stampa delle sue opere grafiche e diversi ready-made.

Di sua creazione anche la community “Sha School” in cui aiuta gli utenti a sbloccarsi artisticamente tramite l’affiancamento in produzioni creative e “Escursioni” (rivista digitale ad abbonamento mensile contenente tutte le sue novità).

Online è disponibile il suo museo virtuale “WunderKammer” oltre che i suoi due canali Youtube (Amerigo Mancini Archivio e Bottegapazzatv) in cui è visionabile anche “Christolive!”: una serie di dodici videoconferenze tra cinque persone in cui vengono ripetutamente creati caos comunicativi.

Insieme a Daniele Lotrecchiano (attore e doppiatore professionista, storico del cinema e critico d’Arte), crea recita e produce quattro film surreali e fantastici nonchè “AuD”: una serie di video in cui i due disquisiscono in strada coinvolgendo i passanti e travolgendoli nei loro viaggi mental-teatrali dal sapore Ioneschiano.

Lavora su commissione come videomaker, grafico e brand consultant.
Si augura di poter creare festival della follia creativa pieni zuppi di performance e happening sperimentali; di espandere il suo negozio; di creare una comunità e un museocastello contenente tutta la sua opera dallo stile giocoso alla “Mr.Magorium” mescolata ad atmosfere “Birdman” (L’uomo-uccello Carlo Montuori).